Colosseo

Il Colosseo o Anfiteatro Flavio è situato nel cuore di Roma ed è  il simbolo della città nel mondo. Il Colosseo fu realizzato per volontà dell’imperatore Vespasiano che nel 72 d.C. ne ordinò la costruzione, conclusasi nel 80 d.C. con il figlio Tito. L’inaugurazione dell’Anfiteatro Flavio fu caratterizzata da tre mesi di grandi festeggiamenti durante i quali rappresentazioni di caccia, combattimenti tra gladiatori e tra animali si susseguirono ininterrottamente, l’evento più spettacolare fu l’inondazione dello stesso Anfiteatro Flavio per potervi simulare le battaglie navali, le cosiddette naumachie. Il Colosseo era in grado di ospitare al suo interno fino a 50.000 spettatori, veniva coperto da un enorme telo che serviva come riparo dal sole ed era dotato di 74 ingressi che favorivano il rapido e ordinato accesso del pubblico. La classe sociale influiva sul posto occupato per assistere allo spettacolo. La grandiosità e allo stesso tempo la solidità di questo meraviglioso monumento dalla forma ellittica sono testimonianza della straordinaria efficienza e organizzazione delle creazioni architettoniche romane. Il Colosseo vanta quasi 2000 anni, durante la sua vita è stato più volte restaurato. Nel corso del tempo fu adibito ad area di sepoltura, utilizzato per scopi abitativi e infine divenne luogo sacro in memoria dei martiri cristiani. Attualmente il Colosseo costituisce una delle principali attrazioni turistiche della città di Roma, nel 1980 è stato inserito tra i siti considerati patrimonio dell’umanità da parte dell’Unesco e nel 2007 è stato incluso tra le sette meraviglie del mondo moderno.